Concessione Ministeriale Multiterritoriale. Iscrizione elenco Ministero della Giustizia p.d.g del 07 Settembre 2018

Comunicato Stampa Associazione Nazionale Istituti Vendite Giudiziarie

Data di pubblicazione: 21/02/2020

Associazione Nazionale Istituti Vendite Giudiziarie : “apprezziamo alcuni miglioramenti dell’articolo 560 cpc ma ci preoccupa l’effetto sui valori e tempi di aggiudicazione degli immobili”.

In merito alle modifiche legislative, in corso di approvazione con il decreto Milleproroghe, l’Associazione Nazionale IVG ed il suo Presidente Giovanni Colmayer, esprimono soddisfazione per i correttivi del decreto che fanno chiarezza in merito alle modalità di liberazione post aggiudicazione.

Nel contempo esprimiamo la nostra preoccupazione per l’ennesima modifica apportata all’articolo 560 del codice di procedura civile.

L’emissione anticipata dell’ordine di liberazione degli immobili in esecuzione, per la nostra importante esperienza operativa, è sempre stata gestita riducendo al massimo l’impatto emotivo e sociale del provvedimento.

Da nessun Istituto Vendite italiano è giunta segnalazione di episodi spiacevoli avvenuti a seguito delle operazioni di liberazione degli immobili.

La permanenza dei debitori negli immobili in vendita aumenterà inevitabilmente il numero degli esperimenti di vendita e produrrà di conseguenza la riduzione dei valori di aggiudicazione.

Minor soddisfazione per i creditori ma, purtroppo, anche minor esdebitazione per i debitori.

Il processo esecutivo, riformato nel 2015, anche grazie all’importante contributo di professionalità degli istituti Vendite, ha iniziato a produrre risultati importanti per le parti in causa che questi interventi rischiano di vanificare.

Il network degli Istituti Vendite Giudiziarie Italiani, nei singoli tribunali è l’ausiliario del Giudice delle Esecuzioni che detiene il maggior numero di incarichi di custode giudiziario nei procedimenti di esproprio immobiliare.

Sono circa 70.000 gli immobili affidati all’attività del custode specializzato.CI auguriamo, un ripensamento del legislatore prima della conversione definitiva del decreto.

Giovanni Colmayer
Presidente