Modalità di pubblicazione

Le modalità di pubblicazione degli avvisi di vendita sono definite dalla legge del 14 maggio 2005 n. 80. L’articolo 490 del Codice di procedura civile prevede che in caso di vendita all’asta di oggetti ed immobili derivanti da un atto esecutivo, venga pubblicato un avviso contenente tutti i dati di pubblico interesse. L’avviso deve essere affisso per tre giorni consecutivi nell’albo dell’ufficio giudiziario davanti al quale si svolge il procedimento esecutivo.

Se il valore dei beni mobili supera i 25.000 euro, o sono presenti immobili, l’avviso deve essere pubblicato anche in appositi siti internet e in quotidiani nazionali almeno 45 giorni prima del termine di presentazione delle offerte o della data dell’asta, congiuntamente a copia dell’ordinanza del giudice e ad una stima dei beni (ai sensi dell’art. 173-bis del codice di procedura civile). Se lo ritiene opportuno, il giudice può stabilire la diffusione della notizia anche con altri mezzi pubblicitari.

Molti Tribunali (ad es. quelli del distretto di Milano) pubblicano periodicamente tutti gli annunci su uno o più quotidiani riunendoli in una sola pagina dedicata; è quindi possibile informarsi in una volta sola, periodicamente, di tutte le vendite di quel Tribunale. È utile informarsi presso le Cancellerie o sul sito internet dell’ufficio per sapere la data di pubblicazione.

Nell’avviso d’asta deve essere omesso il nome del debitore, per tutelarne la riservatezza.

  • Il sito ufficiale dell'Associazione Nazionale I.V.G.
  • Il sito ufficiale dell'Associazione per le vendite mobiliari
  • istituti Il circuito dei siti degli Istituti Vendite dell'Associazione Nazionale I.V.G