IVG Parma - Le vendite giudiziarie ora si fanno online. Come su e.Bay

IVG Parma – Le vendite giudiziarie ora si fanno online. Come su e.Bay

Da PQ – Parmaquotidiano.info del 14 Maggio 2013


Le aste giudiziarie hanno scoperto internet 2.0. “Di fronte alla crisi del mercato, dovevamo fare qualcosa per sostenere le vendite. Abbiamo deciso di sfruttare al meglio tutti i canali offerti dal web”, afferma Paolo Folli, direttore dell’Ivg di Parma. Da adesso, anche i beni dei fallimenti e quelli sequestrati andranno all’asta online come su e.Bay e i clienti si cercheranno nei Paesi dove ancora la gente spende.
L’Istituto Vendite Giudiziarie di Parma ha presentato oggi una nuova strategia per vendere immobili, automezzi e tutti i molti oggetti che il Tribunale gli affida per la liquidazione. Non più solo pubblicità locale sui media tradizionali, ma la vendita direttamente in rete per raggiungere anche i compratori esteri.
Anzitutto la pubblicità. “Fino ad oggi le aste giudiziarie avevano un marketing che cercava un target specifico di compratori, ben definito. Abbiamo capito che era tempo di cambiare: ci siamo convertiti al marketing orizzontale, che si rivolge a tutti”, spiega Roberta Guarnieri, presidente nazionale dell’associazione degli Istituti di vendita giudiziari.
Così, i filmati di macchine e case messi all’asta che finora si potevano vedere solo sulle tv locali, da qualche giorno sono pubblicati anche su Youtube, sottotitolati in inglese. È partita pure una ricerca attiva di possibili acquirenti fuori Italia: l’Istituto di Parma sta spedendo e.mail con i link alle proprie offerte a indirizzi mirati in Inghilterra, nei Paesi africani e in altri dove sa che ci sono capitali in cerca di investimenti.
Per rendere più pratici gli acquisti, tutti i beni non immobili saranno venduti anche su internet. È già online un portale che raccoglie le offerte di tutti gli Istituti di vendita giudiziari italiani (benimobili.it), con diverse modalità di acquisto. C’è la gara a tempo – proprio come e.Bay, con il timer che segna il countdown allo scadere delle offerte –, il “Compra subito”, “L’asta 24h”, per quel che va venduto in fretta e modalità di partecipazione mista fra asta tradizionale nella sede degli Istituti e sul web.
“Dopo alcuni anni di esperimenti pilota di alcuni Tribunali come Monza, Arezzo, Milano e Reggio Emilia, abbiamo capito che vendere online è solo un vantaggio. Ci sono più offerte e quindi il prezzo sale, c’è più trasparenza e si riescono a piazzare anche oggetti che finora spesso erano invendibili, come gli oggetti per collezionisti o le attrezzature da lavoro più specialistiche”, dice ancora Guarnieri. È disponibile pure un servizio per la spedizione a casa col corriere degli acquisti .
Per ora, solo le case non si possono vendere online. Le novità presentate oggi sono state rese possibili anche da una recente riforma delle norme per la vendita degli oggetti in gestione ai tribunali. Manca però un regolamento attuativo per la parte degli immobili. Ma là in via Traversante San Leonardo, 13/A, dove ha sede l’Istituto vendite giudiziario di Parma, sono già pronti per portare online pure il mattone, non appena Roma completerà la riforma

Leggi l’articolo sul sito da cui è stato tratto: clicca qui ParmaQuotidiano.info

< Indietro
  • Il sito ufficiale dell'Associazione Nazionale I.V.G.
  • Il sito ufficiale dell'Associazione per le vendite mobiliari
  • istituti Il circuito dei siti degli Istituti Vendite dell'Associazione Nazionale I.V.G