Anche il Parlamento Europeo concede il suo patrocinio al Salone della Giustizia.

La terza edizione del Salone della Giustizia sarŕ inaugurata dal Guardasigilli Paola Severino. La manifestazione dopo due anni a Rimini, giunge quest’anno nella Capitale. La nuova Fiera di Roma ospiterŕ in due grandi padiglioni l’evento, ormai divenuto appuntamento irrinunciabile per quanti operano nel complesso sistema giustizia del nostro paese. Molte le novitŕ. La principale č che, nonostante l’innegabile crisi economica, con il sostegno di Fiera di Roma e il contributo della Regione Lazio e della Camera di Commercio di Roma, unitamente alle aziende e agli enti che con la loro presenza hanno voluto sostenere ancora una volta l’iniziativa, il Salone si svolgerĂ  regolarmente dando l’opportunitĂ  a magistrati, avvocati e politici di potersi confrontare pubblicamente.
Il Salone della Giustizia, che ha come promotore istituzionale il sen. Filippo Berselli presidente della Commissione Giustizia di Palazzo Madama, non ha mai chiesto contributi pubblici, anche in questo periodo di congiuntura economica. Ha messo a disposizione, come sempre, aree gratuite riservate ai dicasteri presenti (Giustizia, Difesa, Istruzione e Gioventù) e, rispetto agli scorsi anni, ha quintuplicato le aree espositive riservate alle Forze di Polizia. Saranno quindi oltre 1500 i metri quadri destinati ai tutori dell’ordine, offrendo così ai visitatori una straordinaria panoramica delle eccellenze tecnologiche e dei mezzi a disposizione di quanti giornalmente ci tutelano. L’ingresso continuerà a essere gratuito.
Il Salone si è sempre contraddistinto, rispetto a tutte le altre manifestazioni, non solo per l’aspetto convegnistico ma anche e soprattutto per la parte espositiva che ha visto per la prima volta partecipare il Consiglio superiore della magistratura, l’Associazione nazionale dei magistrati, il Consiglio nazionale forense, tribunali, come quello di Roma, di Bologna e quest’anno anche di Cagliari, molti ordini professionali, insieme a enti e grandi aziende che credono nella cultura della legalità.
Le grandi aree espositive, sin dalla prima edizione, sono sempre state caratterizzate dalla presenza di straordinarie scenografie. Quest’anno due nuovi allestimenti scenici. Il primo rappresenterà la Camera dei deputati, il secondo, un mega Centro convegni (Palagiustizia) coprirà un’area di 1600 metri quadri e avrà al suo interno tre sale denominate Italia, Sigillo ed Ermellino.
Il pubblico avrĂ  la possibilitĂ  di partecipare a tutti i convegni e grazie all’impegno di Roma Capitale, in collaborazione con la Camera di conciliazione di Roma, i cittadini potranno usufruire di un orientamento legale gratuito da ben 200 avvocati che si alterneranno nei 16 studi legali ricostruiti scenograficamente. La Fiera di Roma, unitamente ad Arcomedia e alla societĂ  di allestimenti Events Group, ha offerto a 12 cooperative carcerarie, proposte dal Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, una superficie di oltre 500 metri quadri, consentendo quindi di poter esporre e vendere prodotti artigianali, dando la possibilitĂ  ai visitatori di effettuare acquisti equosolidali in questo “mercatino di Natale”.
Questa terza edizione, che vedrĂ  ancora come media partner l’agenzia ANSA, terrĂ  inoltre a battesimo il canale ufficiale del Salone della Giustizia, IUS Channel. Cliccando sul banner della home page, si può vedere lo spot di presentazione che mostra come sarĂ  possibile seguire in tempo reale i temi, le notizie, e i confronti avviati dal format della nostra iniziativa. IUS Channel trasmetterĂ  in diretta il Salone della Giustizia su tutte le piattaforme tecnologiche attualmente disponibili. E una volta chiuso il Salone, continuerĂ  a occuparsi quotidianamente di tutti i problemi che ruotano attorno al “pianeta Giustizia”.
Ma veniamo all’intenso programma di questo contenitore che è il Salone della Giustizia. Giovedì mattina alle 10,45, dopo l’inaugurazione, nella grande sala plenaria all’interno del Palagiustizia, per la prima volta nella sua storia, il Consiglio superiore della magistratura, con il vicepresidente Michele Vietti, incontrerĂ  400 liceali, alla presenza del Ministro dell’Istruzione Francesco Profumo. Questo per poter spiegare direttamente alle nuove generazioni l’alto ruolo ricoperto dalla magistratura. A ognuno dei presenti sarĂ  donato un volume che ripercorre la vita e l’opera dei tanti magistrati caduti nell’adempimento del proprio dovere.
La presenza dei ragazzi in visita ai padiglioni sarà garantita grazie all’intervento del ministero dell’Istruzione e delle Forze dell’ordine, che hanno messo a disposizione tutti i pullman necessari al servizio navetta. Negli stessi orari, nelle sale attigue si svolgeranno altri due convegni: uno promosso dall’Associazione nazionale magistrati, e un altro di strettissima attualità, quello organizzato dall’associazione indipendente dei giornalisti Lettera 22 dal titolo “Giustizia e informazione”.
Nel pomeriggio il Consiglio superiore della magistratura affronterà il tema della figura del magistrato in Europa con ospiti internazionali. Sempre nella giornata inaugurale nella grande scenografia che vuole rappresentare il nostro Parlamento, Roma capitale promuoverà un incontro il cui tema è “Come difendere le nostre città” presieduto del vicesindaco di Roma on. Sveva Belviso.
Se giovedì si delinea come la giornata della magistratura, venerdì sarà il giorno dell’avvocatura. Il Consiglio nazionale forense ha opzionato più sale, sia la mattina, sia il pomeriggio, per una attività molto intensa, il cui dettaglio si può leggere cliccando sull’home page alla voce “Programma convegni”. Sempre nella mattinata di venerdì, ci sarà un incontro promosso dalla Fondazione Ania, su un tema che riguarda lo stato in divenire del reato di omicidio stradale e le iniziative da porre in atto per l’inserimento nel codice penale.
Il Salone non si occupa soltanto di magistratura e avvocatura, ma vuole estendere il concetto di giustizia. Infatti, nel pomeriggio verrĂ  affrontato anche l’argomento della tutela della salute. Farmaci nella rete, danni della contraffazione e medicina difensiva saranno i temi dominanti di questo convegno sostenuto anche da Farmindustria. Un altro appuntamento irrinunciabile, almeno per tutti gli operatori del settore, sarĂ  quello promosso dalla Camera arbitrale della Camera di commercio di Roma, dal titolo “L’assistenza delle parti in mediazione” relativamente ai temi della mediazione e della conciliazione. Nell’arco della giornata è attesa anche la visita del Ministro della Difesa Giampaolo Di Paola.
Per la giornata di sabato, sono in programma quattro convegni, due di grande importanza sociale. Il primo, promosso dalla presidenza della Camera di commercio di Roma, affronterĂ  il tema della legalitĂ ; il secondo, con la piena adesione dlel’Unicef, riguarderĂ  La tutela dei minori e metterĂ  in luce un argomento molto delicato, i ruoli della pediatria, della scuola, della politica e della Chiesa.
Gli altri due convegni, sempre sabato e nell’ambito del nostro “Parlamento”, sono di carattere istituzionale. Il primo, nella mattinata, riguarda “La Giustizia ai tempi dell’unità d’Italia” che la presidenza del Consiglio dei ministri ha inserito tra le iniziative volte a celebrare i nostri 150 anni. Alla presenza del primo presidente della suprema Corte di cassazione Ernesto Lupo, il presidente della commissione Giustizia del Senato Filippo Berselli affronterà insieme a illustri relatori le normative sabaude e borboniche che vigevano all’epoca in cui l’Italia divenne unita. L’evento, organizzato in collaborazione con l’università Luiss, vedrà la presenza di oltre 200 tra laureati e laureandi dell’ateneo.

Sabato pomeriggio il Tribunale di Roma, che giĂ  lo scorso anno si distinse per lo straordinario convegno “Violenza in famiglia – Le istituzioni di fronte ad una drammatica realtà”, organizzerĂ  un dibattito di rilevanza storica e politica, intitolato “Conservare la memoria per coltivare la speranza”. Al centro dell’iniziativa, la presentazione per la prima volta al pubblico, delle ultime lettere restaurate di Aldo Moro. Michele Placido, il grande attore italiano che in occasione del primo salone ci commosse tutti ricordando l’attentato di Capaci, ne leggerĂ  alcuni brani molto significativi.
Domenica, giornata conclusiva, “Donne e giustizia”, con gli interventi del Ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri e del Presidente della Regione Lazio Renata Polverini. Nella grande sala Italia ascolteremo testimonianze delle donne in magistratura, in avvocatura, in tutte le forze di polizia e nelle forze armate. Un incontro che vuole essere tributo al simbolo stesso della giustizia che, non a caso, è rappresentato da una donna.

< Indietro
  • Il sito ufficiale dell'Associazione Nazionale I.V.G.
  • Il sito ufficiale dell'Associazione per le vendite mobiliari
  • istituti Il circuito dei siti degli Istituti Vendite dell'Associazione Nazionale I.V.G