CHIUDI RICERCA AVANZATA beni mobili

  • Cerca nella categoria
  • Scegli la regione
  • Tipo di vendita
  • Beni proposti
    negli ultimi

    giorni
  • Proposto dall'istituto
  • CERCA
ALTRA CATEGORIA » SEMINATRICE + FRESA + ERPICE (BENI IN LOCO)
SEMINATRICE + FRESA + ERPICE (BENI IN LOCO)
Sospeso

SEMINATRICE + FRESA + ERPICE (BENI IN LOCO)

VENDITA A MEZZO COMMISSIONARIO CON MODULO

Sospeso

Il bene è stato sospeso per disposizione dell'Autorità competente.
Scheda aggiornata il 23.10.2017 alle ore 18:54

Seminatrice mais “Gaspardo”
Fresa maschio larghezza metri 2.90 circa
Erpice rotante maschio, larghezza metri 3.00 circa


PRESENTAZIONE OFFERTE:
Le offerte dovranno pervenire presso i nostri uffici entro e non oltre le ore 13.00 del 03 Novembre 2017 nelle seguenti modalità:

a mani proprie
via fax al n. 079/2677311
via e-mail all’indirizzo mobiliare.ivg@gmail.com


Per maggiori informazioni sulle modalità di partecipazione si consiglia di contattare i nostri uffici al numero 079.260228.

Per poter visionare i beni oggetto della vendita si consiglia di contattare il nostro incaricato (sig. Albanella Fabrizio) al numero 333.3700909.

Prima di formulare l’offerta d’acquisto si consiglia di visionare i beni oggetto della vendita.

Le offerte presentate dopo il termine sopraindicato non potranno essere accettate e saranno motivo di esclusione dalla partecipazione alla gara.

Le offerte ricevute che non verranno presentate con l’apposita modulistica presente in pubblicità non verranno accettate e saranno motivo di esclusione dalla partecipazione alla gara.

Nel caso in cui il giorno della gara tra i soli offerenti non vengano effettuati ulteriori rilanci e si sia in presenza di parità di offerte, il lotto verrà aggiudicato all’offerente che ha presentato per primo l’offerta.

Le offerte dovranno essere formulate esclusivamente scaricando uno dei moduli allegati (nella voce modalita’ di partecipazione) come segue:

offerta a nome di privato (allegando al modulo copia fronte/retro del documento d’identità in corso di validità e codice fiscale dell’offerente)
offerta a nome d’azienda (allegando al modulo copia fronte/retro del documento d’identità in corso di validità del titolare dell’azienda e della visura camerale dell’azienda aggiornata agli ultimi tre mesi)


MODALITÀ DI PAGAMENTO:
Il pagamento delle aggiudicazioni dovrà essere immediato e nelle seguenti modalità:

Bonifico bancario: Codice Iban “IT70V0101585084000000011993” – Banco di Sardegna Filiale di Tempio Pausania – intestato a “Istituto Vendite Giudiziarie – Gestore La 3F S.r.l.” indicando nella causale il Lotto I.V.G. dei beni aggiudicati; il bonifico dovrà essere effettuato immediatamente con valuta del giorno
Ove l’aggiudicatario non provveda al pagamento di quanto dovuto si informerà il Giudice che provvederà come previsto per legge


GARA TRA SOLI OFFERENTI:

in caso di pluralita’ di proposte si procederà, presso il luogo di custodia del compendio pignorato, alla gara tra i soli offerenti con base d’asta pari al maggiore importo offerto (il giorno e l’orario della gara in loco verrà comunicato dai nostri Uffici ad ogni singolo offerente); per partecipare alla gara in loco è necessaria la presenza fisica dell’offerente
Ove l’offerente non possa presenziare in loco all’asta potrà delegare terza persona che parteciperà alla gara per suo nome e conto (il delegato dovrà essere in possesso di delega firmata dall’offerente che lo autorizza a partecipare per suo nome e conto alla gara e dovrà essere presentata al Banditore primo dell’inizio dell’asta); in caso di aggiudicazione la fattura verrà emessa a nome dell’offerente
Rilancio minimo durante la gara: € 50,00


SPESE E DIRITTI I.V.G. IN AGGIUNTA ALL’AGGIUDICAZIONE.
Al prezzo di aggiudicazione dovranno essere aggiunti:

Diritti I.V.G. pari al 14% dell’importo dell’aggiudicazione
IVA (22%) sui diritti I.V.G.
IVA (22%) su aggiudicazione (in caso di esenzione IVA l’aggiudicatario dovrà presentare apposita documentazione che ne attesti il diritto all’esenzione)


RITIRO DEI BENI AGGIUDICATI:

Il ritiro dei beni aggiudicati dovrà essere effettuato entro e non oltre le 48 ore successive dal pagamento del saldo di quanto dovuto.
Si precisa che non è possibile esercitare la custodia sui beni pignorati poiché trovasi all’interno di proprietà di terzi, di cui l’I.V.G. non dispone delle chiavi d’accesso.


In ogni caso l’I.V.G. non risponde di:

danni e/o contestazioni sui beni acquistati
difficoltà e/o onerosità legate all’asporto dei beni


INFORMAZIONI A CARATTERE GENERALE:

I beni vengono venduti come visti e piaciuti senza pertanto alcuna garanzia sulla loro funzionalità o possibilità di recesso da parte dell’acquirente insoddisfatto.
Non risultando la vendita nell’ambito di procedura espropriativa equiparabile alla nomale immissione dei beni sul mercato ai fini dell’applicazione delle norme in materia di sicurezza tra le quali la disciplina di cui al D.P.R. 459/96 e, in particolare, grava sull’acquirente l’obbligo di procedere, prima della messa in servizio o della rivendita del bene (o dei beni) acquistato, alla verifica dell’esistenza dei requisiti di sicurezza previsti dalla normativa vigente.
Il presente programma potra’ subire modifiche in seguito a provvedimenti della Cancelleria del Tribunale o altre autorità. Si invitano pertanto gli interessati alle vendite a prendere contatto con la nostra sede, in modo da verificare eventuali sospensioni, estinzioni o altri provvedimenti che modifichino l’ordinanza di vendita.
Si precisa, inoltre, che la pubblicita’ puo’ essere soggetta ad errori o refusi, si consiglia pertanto di verificare le informazioni pubblicitarie contattando i nostri uffici (tel. 079/260228).
Si precisa che l’Istituto non puo’ garantire in merito allo stato di manutenzione, alla qualita’, alla marca, alla provenienza, ai colori e/o alle ulteriori peculiarita’ trattandosi di beni provenienti da procedure giudiziarie.
Poiche’ la pubblicita’ si basa esclusivamente sui dati riportati nel verbale di pignoramento redatto dall’Ufficiale Giudiziario, o stime/inventari redatti da pubblici ufficiali, le caratteristiche dei beni (sopraelencati) potrebbero, in taluni casi, non coincidere con quelle reali dell’oggetto messo in vendita.


Istituto Vendite Giudiziarie di Sassari: Tel. 079/260228 – Fax 079/2677311 – Sito internet: www.ivgsassari.com – email: mobiliare.ivg@gmail.com – Sede: Sassari – Zona Industriale Predda Niedda Sud str. 43 n. 5 – Settore Mobiliare: Sig. Luca Marongiu.

Informazioni sulla procedura

  • Tribunale: Sassari - Alghero - Nuoro
  • N° IVG: 105/2017/102
  • Esattoriale N° 142/2017
  • Da mostrare per validazione xhtml
  • Il sito ufficiale dell'Associazione Nazionale I.V.G.
  • Il sito ufficiale dell'Associazione per le vendite mobiliari
  • istituti Il circuito dei siti degli Istituti Vendite dell'Associazione Nazionale I.V.G