CHIUDI RICERCA AVANZATA beni mobili

  • Cerca nella categoria
  • Scegli la regione
  • Tipo di vendita
  • Beni proposti
    negli ultimi

    giorni
  • Proposto dall'istituto
  • CERCA
ALTRO » Fall. G.I.S. Gruppo Imprese Savonesi Srl R.G. 49/2015…
Vendita online

Fall. G.I.S. Gruppo Imprese Savonesi Srl R.G. 49/2015 Lotto 11 - GISALB011

Prezzo base € 101.000,00

Data vendita: 24.07.2018 alle ore 16:00
Scheda aggiornata il 18.04.2018 alle ore 19:30
Prossimamente in vendita su sito

cadoni@sivag.com , fallimenti-immobili@sivag.com), indicando il riferimento della procedura e del/dei lotto/i cui si è interessati.
Alla richiesta va allegato NECESSARIAMENTE un numero di telefono cellulare per comunicazioni ed il documento d’identità fronte/retro in corso di validità di ogni singolo partecipante alla visione; in mancanza di quanto sopra la richiesta non sarà evasa.
CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE ALLA VENDITA
Per partecipare all’asta telematica ogni interessato o potenziale acquirente dovrà preventivamente e registrarsi sul portale di vendita di SIVAG su cui poi saranno pubblicati tutti i lotti in vendita (attualmente https://milano.benimobili.it).
La registrazione è gratuita (link: https://milano.benimobili.it/nuova-registrazione.html), consente di partecipare a qualsiasi asta telematica pubblicata da SIVAG sul portale. L’utente avrà quindi al termine della stessa username e password personali per la partecipazione.
Il partecipante non potrà mai essere l’eventuale debitore o comunque persona interessata direttamente dalla Procedura (es. amministratore della società o altro – rif. art. 579 C.P.C.).
Il partecipante all’asta telematica potrà agire esclusivamente in proprio: sarà quindi prima partecipante, poi aggiudicatario ed infine nuovo proprietario/intestatario del bene
NOTA: l’iscritto/partecipante all’asta, pena l’esclusione dalla stessa con relativa confisca della cauzione, deve inviare a SIVAG, entro e non oltre 24 ore dall’entrata in gara, copia del documento d’identità (fronte/retro in corso di validità) e del codice fiscale/tessera sanitaria con le seguenti modalità:

Consegna: presso sede SIVAG, Via Milano 10, Segrate (MI) – orari ufficio : lun. – ven. 09,30/12,45 – 14,15/17,45


Trasmissione mail: invio copia in file (.pdf / .jpg) a: cadoni@sivag.com -–fallimenti-immobili@sivag.com – ufficio@sivag.com (va indicato nell’oggetto “copia documenti per asta immobiliare n°XXXXXX”, e nel testo il nominativo del partecipante ed un numero cellulare raggiungibile)


Trasmissione fax: invio copia a 02-580 14 348 (indicando “copia documenti per asta immobiliare n°XXXXXX”, ed un numero cellulare raggiungibile)

 
MODALITA’ E CONDIZIONI DELLA VENDITA
La vendita sarà effettuata da SIVAG, esclusivamente con asta on-line (su portale dedicato, attualmente  https://milano.benimobili.it, replicato in automatico dopo 24 ore sul sito nazionale degli IVG, www.astagiudiziaria.com e sul proprio sito www.sivag.com ).
La vendita è soggetta alle disposizioni contenute negli art. 107 e 108 L.F.
Il Responsabile della Procedura depositerà in cancelleria e comunicherà ad eventuali creditori ipotecari, la documentazione relativa all’esito della gara, indicando il nominativo dell’aggiudicatario e il valore di aggiudicazione “fine-asta”. Decorsi dieci giorni dal deposito in cancelleria senza che siano state presentate istanze di sospensione della vendita, la Procedura ne darà comunicazione scritta via mail a SIVAG la quale a sua volta informerà della definitiva aggiudicazione l’aggiudicatario (vedi poi alla voce “Saldo” le relative modalità).
Gli immobili saranno venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, servitù attive e passive; la vendita è a corpo e non a misura, con tutti i relativi oneri, diritti ed obblighi di legge.
La vendita non è soggetta alle norme concernenti le garanzie per vizi di fabbricazione o mancanza di qualità. Conseguentemente, l’esistenza di eventuali vizi, la mancanza di qualità o la difformità della cosa venduta, non daranno luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi tenuto conto di ciò nella valutazione dei beni.
Gli immobili saranno venduti liberi da iscrizioni ipotecarie e da trascrizioni di pignoramenti o sequestri conservativi che saranno cancellati a cura e spese della procedura fallimentare  unitamente alla cancellazione della trascrizione della  sentenza di fallimento.
L’immobile, salvo il caso in cui sia occupato da un terzo con titolo opponibile al fallimento, sarà liberato, in forza di ordine di liberazione ex art. 560 c.p.c., a cura e spese della procedura fallimentare, e, appena eseguito l’ordine, sarà consegnato dal Curatore all’acquirente libero da persone e cose. L’esecuzione del titolo avverrà a mezzo dell’Ufficiale Giudiziario nelle forme previste dagli artt. 605 e segg. c.p.c., provvedendo il Curatore, entro il termine massimo di trenta giorni dal deposito della presente ordinanza, eventualmente anche con l’ausilio di un legale, alla notifica dell’atto di precetto e quindi a tutti i successivi adempimenti fino all’effettiva liberazione del bene
 
PREZZO BASE D’ASTA, RILANCIO MINIMO, IMPORTO E PAGAMENTO DELLA CAUZIONE
Tutti i pagamenti (cauzioni e saldi) relativi alle procedure di vendita telematica saranno eseguiti dai partecipanti direttamente a SIVAG; una volta chiusa la procedura di vendita con aggiudicazione, SIVAG procederà a liquidare la quota “aggiudicazione” su c/c della Procedura, trattenendo la quota “diritti d’asta”.
Gli offerenti, dopo aver eseguito regolare registrazione gratuita ((link: https://milano.benimobili.it/nuova-registrazione.html ) al sito di vendita –attualmente- https://milano.benimobili.it, al momento dell’offerta da formulare on-line potranno versare cauzione con:

bonifico bancario (entro i termini pubblicati nella parte “Informazioni” alla voce “Termine iscrizione con bonifico”). Copia del bonifico bancario completo di CRO/TRN, unitamente ai documenti dell’offerente (persona fisica: C.I.+C.Fisc / persona giuridica: visura camerale+C.I.+C.Fisc. legale rappresentante) è da inviare immediatamente via mail/fax agli indirizzi cadoni@sivag.com / artemisio@sivag.com“ / fallimenti-immobili@sivag.com / ufficio@sivag.com  
RIFERIMENTI: IBAN IT 78 L 06230 01799 000043267447 (CARIPARMA conto intestato a SIVAG SpA). Causale: Fall.GIS – cauzione Lotto 11 GISALB011


assegno circolare intestato a SIVAG SpA od equiparabile vaglia postale (da consegnare presso la sede SIVAG, Segrate, Via Milano 10, entro i termini pubblicati in ogni singolo bando telematico nella parte “Informazioni” alla voce “Termine iscrizione con assegno”)

 
In caso di versamento tramite assegno circolare o bonifico bancario l’autorizzazione/abilitazione all’offerta dovrà essere confermata da SIVAG con autenticazione/verifica del pagamento (accredito valuta) e potrà avvenire solamente dal lunedì al venerdì in orario d’ufficio (9-13/14-18).
Il pagamento della cauzione, in qualsiasi modalità, obbliga ad offerta palese IMMEDIATA al momento del  versamento; non sarà quindi consentito iscriversi, versare cauzione e non partecipare alla vendita on-line, pena la confisca automatica della cauzione medesima.
La cauzione sarà costituita da un valore fisso deciso dalla Procedura, oppure da una percentuale sulla base d’asta e sarà sempre e comunque su “prezzo offerto”.
In caso di apertura d’asta la cauzione è calcolata in percentuale sulla base d’asta; la cauzione su “prezzo offerto” in caso di secondo o successivo rilancio è calcolata con la medesima percentuale sommando il miglior valore in quel momento in asta ed il successivo rilancio minimo previsto.
In caso di mancata aggiudicazione la cauzione versata a mezzo bonifico o assegno circolare sarà resa al partecipante entro 7 gg. lav. a mezzo bonifico bancario (sarà cura del partecipante comunicare i riferimenti bancari necessari alla restituzione; intestazione c/c + IBAN per Italia, intestazione c/c + IBAN e BIC per estero).
Con carta di credito non viene prelevato denaro, ma verificato ed occupato il controvalore sul plafond della stessa.
All’aggiudicazione l’importo sarà definitivamente detratto, mentre in caso di mancata aggiudicazione il plafond sarà reintegrato per il valore “impegnato in asta” entro 30 gg. dalla chiusura (ovviamente la tempistica per questo reintegro dipende esclusivamente dai circuiti telematici degli istituti di credito interessati e non dagli operatori SIVAG)
 
SALDO
Rammentiamo che la vendita è soggetta alle disposizioni contenute negli art. 107 e 108 L.F.
L’ aggiudicatario, dalla comunicazione definitiva di aggiudicazione da parte di SIVAG, secondo i termini di cui agli articoli di legge sopra indicati, avrà 60 (sessanta) giorni di tempo per procedere al versamento del saldo prezzo di aggiudicazione, oltre, ove previste, eventuali imposte di legge, detratto ovviamente l’ammontare della cauzione.
Il pagamento del saldo del prezzo di aggiudicazione, oltre, ove previste, eventuali imposte di legge, detratto l’ammontare della cauzione, dovrà essere effettuato a mezzo bonifico bancario su conto corrente SIVAG, la quale si incaricherà di versare il valore dell’intera aggiudicazione sul C/C della Procedura; detto accredito dovrà risultare già dal conto della Procedura prima della stipula del rogito presso il notaio scelto dalla Procedura o da SIVAG.
Il pagamento del saldo dei diritti d’asta dovrà avvenire entro e non oltre 5 gg. lavorativi dall’aggiudicazione. Nel caso in cui i diritti d’asta siano già ricompresi nella quota percentuale versata, denominata “cauzione”, SIVAG tratterrà automaticamente la quota di sua spettanza, bonificando alla Procedura l’eventuale differenza che, sommata al saldo versato dall’aggiudicatario nei termini sopra indicati ricostituirà per intero il valore di “aggiudicazione”.
Ricevuto il pagamento del valore complessivo di aggiudicazione, il Responsabile della Procedura procederà alla trasmissione della documentazione dell’asta al Notaio per la redazione dell’atto notarile ed a quanto necessario per il definitivo trasferimento della proprietà all’aggiudicatario (eventuali cancellazioni ecc…).
 
Saldo con finanziamento
Qualora l’aggiudicatario, per il pagamento del saldo prezzo, intenda fare ricorso ad un contratto bancario/leasing di finanziamento con concessione di ipoteca di primo grado sull’immobile aggiudicato, lo dovrà prontamente  comunicare (prima dell’iscrizione o comunque entro i primi 3 gg. dall’apertura dell’esperimento di vendita) a mezzo mail a SIVAG ( cadoni@sivag.com / artemisio@sivag.com“ / fallimenti-immobili@sivag.com / ufficio@sivag.com ); nella comunicazione dovrà essere indicata la società di credito erogante (nominativo società/istituto, filiale,
persona di riferimento, tel., mail). Il pagamento quindi potrà essere disposto dal soggetto finanziatore (con bonifico sul c/c della Procedura), SEMPRE NEI TERMINI MASSIMI INDICATI PER IL SALDO,  prima (con bonifico sul c/c della Procedura) o contestualmente (con assegno circolare intestato alla Procedura) alla stipula dell’atto di compravendita.
L’atto di compravendita dovrà essere comunque stipulato entro il termine di sessanta giorni dal saldo (in caso di pagamento diretto da parte dell’aggiudicatario) oppure contestualmente al termine di saldo (60 gg.) in caso di mutuo.
 
Altri oneri a carico dell’acquirente:

tutte le spese e le imposte di legge relative al trasferimento della proprietà

Regime fiscale della vendita
Per opzione del fallimento, la vendita è soggetta a imponibilità IVA con aliquota del 4% per le unità abitative acquistate come prima casa, oppure con aliquota del 10% negli altri casi (e applicazione dell’opzione di “reverse charge” se l’acquirente risulterà essere un soggetto IVA).

tutti gli oneri inerenti e conseguenti
oneri notarili
eventuali spese condominiali arretrate di legge (ultimi 2 anni)

La cancellazione delle ipoteche e di ogni altra formalità pregiudizievole sarà richiesta dalla Procedura ed ordinata dal Giudice Delegato su apposita istanza che sarà depositata sempre dalla Procedura entro 10 giorni dalla avvenuta registrazione dell’atto di trasferimento della proprietà, e sarà eseguita dal notaio rogante selezionato ed indicato dalla Procedura.
 
TRASFERIMENTO DELLA PROPRIETA’
La Procedura opta per atto notarile presso lo studio del Notaio Massimo Malveno-Monza, per cui SIVAG procederà a:

raccogliere la documentazione necessaria
trasmettere all’aggiudicatario queste richieste per metterlo nelle condizioni di corrispondere gli importi richiesti
trasmettere al notaio quanto necessario alla predisposizione dell’atto

 
Per quanto non espressamente indicato in precedenza si evidenzia tra l’altro, che “in caso di inadempimento del pagamento del prezzo, il Giudice Delegato dichiarerà con decreto la decadenza dell’aggiudicatario ed ordinerà l’incameramento della cauzione, di cui a SIVAG sarà riconosciuta la corrispondente quota percentuale pari ai diritti d’asta previsti per quella vendita; l’aggiudicatario inadempiente dovrà poi corrispondere (oltre alla cauzione già confiscata) l’eventuale differenza tra il prezzo della nuova aggiudicazione ed il prezzo dell’incanto precedente (art. 587 C.P.C. – inadempienza dell’aggiudicatario). Su detta differenza sarà riconosciuta a SIVAG la corrispondente quota percentuale pari ai diritti d’asta previsti per quella vendita. La Procedura infine si riserva di procedere civilmente e penalmente ove previsto (art. 353 C.P. – turbata libertà degli incanti)”.

Informazioni sulla procedura

  • Tribunale: Milano
  • N° IVG: 49/2015
  • Fallimento N° 49/2015
  • Da mostrare per validazione xhtml

PRODOTTI ALTERNATIVI dall'istituto SIVAG spa

  • Il sito ufficiale dell'Associazione Nazionale I.V.G.
  • Il sito ufficiale dell'Associazione per le vendite mobiliari
  • istituti Il circuito dei siti degli Istituti Vendite dell'Associazione Nazionale I.V.G