CHIUDI RICERCA AVANZATA beni immobili

  • Cerca nella categoria
  • Proposto dall'istituto
  • Tipo di vendita
  • Beni proposti
    negli ultimi

    giorni
  • Ricerca
    libera
  • CERCA
Pertinenze » FALL. 79/15 - LOTTO X: N. 33 POSTI AUTO AL PIANO SEMINTERRATO…
Senza incanto

FALL. 79/15 - LOTTO X: N. 33 POSTI AUTO AL PIANO SEMINTERRATO DESTINATI ALLA MEDIA DISTRIBUZIONE POSTI NEL COMUNE DI PIETRASANTA (LU), LOCALITÀ "OSTERIETTA", VIA AURELIA SUD, KM. 367+257.

Prezzo base € 148.500,00

Offerte entro il 26.02.2018 alle ore 12:00.
Data vendita: 27.02.2018 alle ore 15:30

La vendita avrà luogo presso: STUDIO DEL PROFESSIONISTA DEL DELEGATO ALLA VENDITA.
DIRETTAMENTE DAL TRIBUNALE, NESSUNA SPESA DI CONSULENZA A CARICO DELL'INTERESSATO ALL'ACQUISTO!!!!


Scheda aggiornata il 11.01.2018 alle ore 14:41

TRIBUNALE DI LUCCA
Sezione Fallimentare
L’Avv. Filippo Alessandro RICCI, delegato anche ai sensi degli artt. 107 L. Fall. e 591 bis c.p.c. dal Giudice Delegato Dott. Giacomo Lucente con ordinanze del 30 maggio 2016 e del 21 marzo 2017 nel fallimento n. 79/2015 (curatore Dott. Mirko Pardini); visti gli articoli 104 ter, 105 e 107 L.F.; visto il programma di liquidazione approvato ed in esecuzione degli atti ad esso conformi come disposto dal Giudice Delegato,
A V V I S A
che il giorno 27 febbraio 2018 alle ore 15,30 presso il proprio studio in Lucca, Viale Carducci, 385, si procederà alla VENDITA SENZA INCANTO dei seguenti beni immobili e meglio descritti nella consulenza tecnico estimativa in atti, alle condizioni e con le modalità che seguono; nonché nella situazione di fatto e di diritto in cui gli immobili stessi si trovano, anche in relazione alla Legge n. 47/1985 e sue successive modifiche:
- I -
Si tratta di diverse unità immobiliari facenti parte di un più ampio complesso immobiliare a destinazione commerciale-direzionale di recente costruzione, tutte poste in Comune di Pietrasanta, località “Osterietta” , via Aurelia sud Km. 367+257.
Il complesso immobiliare cui fanno parte i lotti sotto indicati è costituito da due distinti corpi di fabbrica contigui, uniti da una galleria coperta al piano terra ed al piano secondo e da un camminamento che si affaccia sulla galleria stessa fronteggiante la via Aurelia. Nella galleria è presente un vano scale elicoidale con all’interno l’ascensore che collega i vari piani e l’autorimessa interrata.
Il primo edificio di forma trapezoidale è posto a nord-ovest e sud-ovest dell’area mentre il secondo di forma triangolare è posto nella parte est e appartiene ad altra proprietà. Le unità immobiliari oggetto del presente avviso appartengono al primo corpo di edificio di forma trapezoidale che si eleva su tre piani compreso il terrestre sul retro mentre è su due piani sul fronte strada, oltre al piano interrato destinato a garage condominiale a cui si accede sul retro a mezzo di due rampe. Completa il piano sottotetto o soppalcato di cui la maggior parte delle unità immobiliari del piano secondo sono dotate, ai quali si accede solo dall’interno delle stesse con scala a chiocciola. Si accede all’edificio dalla via Aurelia percorrendo la parte centrale di un’ area adibita a parcheggio pubblico e verde dalla quale si accede alla galleria coperta del piano terra. Percorrendo una via interna lungo il confine nord si raggiunge il retro dell’edificio ove trovasi un’area comune lastricata sulla quale sono presenti due corpi di scale elicoidali identiche a quella anteriore, con relativi ascensori per accedere ai piani superiori. Più oltre è presente l’area a parcheggio , spazi di manovra , la cabina Enel a servizio del complesso immobiliare nonché il vano contatori elettrici del condominio, e la mobilità di accesso al piano interrato con due rampe opposte. Al piano secondo è stato realizzato un giardino pensile, fronte via Aurelia, sul quale si affacciano parte degli accessi delle unità immobiliari del piano.
Ai parcheggi del piano seminterrato si accede tramite le due citate rampe carrabili.
Le unità immobiliari appartenenti al fallimento e poste in vendita con il presente avviso sono le seguenti:
***
LOTTO PRIMO – Aggiudicato.
LOTTO SECONDO – Non oggetto della presente vendita.
LOTTO TERZO – Non oggetto della presente vendita.
LOTTO QUARTO – Aggiudicato.
LOTTO QUINTO – Aggiudicato.
LOTTO SESTO – Aggiudicato.
LOTTO SETTIMO – Aggiudicato.
LOTTO OTTAVO – Non oggetto della presente vendita.
LOTTO NONO – Aggiudicato.
***
LOTTO DECIMO – nella perizia in data 28 febbraio 2017 indicato come lotto A
Descrizione del bene:
la piena proprietà di 33 (trentatré) posti auto al piano seminterrato destinati al Commercio di Media Distribuzione così identificati catastalmente in funzione della specifica destinazione:
- sub. 128 – 68 – 76 (per complessivi 24 posti auto) con destinazione parcheggio di Relazione per Commerciale Media Distribuzione ;
- sub 131 – 81 (per complessivi 9 posti auto ) destinazione come parcheggio Stanziale per Commerciale Media Distribuzione .
Confini:
- Il posto auto di grandi dimensioni censito con i sub.128 – 68 – 76 confina con spazi di manovra comuni e posti auto sub. 67 – 75 nonché sub. 70 – 77 ; s.s.a. ;
- L’altro posto auto di dimensioni più piccole censito con i sub. 131 – 81 confina con spazi di manovra comuni, posto auto sub. 135 – 132 – 3 – 82 ; s.s.a. ;
Referenze catastali:
le unità immobiliari sono censite al Catasto Fabbricati del Comune di Pietrasanta, al giusto conto, foglio 15, con i mappali:
- 2261 sub. 128, zona censuaria 1, categoria C/6, classe 5, mq.297, R.C. € 1319,13;
- 2261 sub. 131, zona censuaria 1, categoria C/6, classe 5, mq.100, R.C. € 444,15;
- 2261 sub. 68, zona censuaria 1, categoria C/6, classe 5, mq. 14, R.C. € 62,18;
- 2261 sub. 76, zona censuaria 1, categoria C/6, classe 5, mq. 13, R.C. € 57,74;
- 2261 sub. 81, zona censuaria 1, categoria C/6, classe 5, mq.13, R.C. € 57,74.
Regolarità urbanistica:
In merito all’elenco degli atti autorizzativi si rimanda a quanto indicato nella sezione “dati comuni” del presente avviso.
Si precisa che, nel rispetto di quanto riportato nella perizia del P.E. Bruno Kostner e nel Permesso di Costruzione tav. 3 del PDC N. 4/2011, gli stalli di sosta qui proposti in vendita sono vincolati, in relazione al Permesso di Costruire 4/2011, a favore della media distribuzione, per il commercio di vicinato e per il direzionale. Si invita pertanto a consultare la perizia e a contattare il perito Bruno Kostner per ogni chiarimento in merito.
Situazione di possesso:
L’unità immobiliare è libera.
Oneri condominiali:
Si precisa che, alla data di pubblicazione del presente avviso, risulta approvato il bilancio preventivo 2016 del condominio in cui l’unità è posta. Si invita pertanto a contattare il curatore per acquisire ogni informazione in merito ai debiti condominiali che faranno carico agli aggiudicatari.
Imposte sulla vendita:
La vendita di questo lotto è soggetta ad imposta sul valore aggiunto ad aliquota di legge; oltre ad imposta di registro in misura fissa di Euro 200, ed imposte ipotecarie e catastali nella rispettiva misura del 3% e dell’1%.
I beni saranno posti in vendita al prezzo base di Euro 148.500 con offerte in aumento, per il caso di gara fra gli offerenti ai sensi dell’art. 573 c.p.c., non inferiori a Euro 5.000.
***
LOTTO UNDICESIMO – nella perizia in data 28 febbraio 2017 indicato come B.1
Descrizione del bene:
la piena proprietà di un posto auto al piano seminterrato destinato a parcheggio di relazione per commerciale di vicinato .
Confini:
il posto auto confina con spazi di manovra comuni, posti auto censiti con i mappali 2261 sub.133 e 2261 sub.131, s.s.a.
Referenze catastali:
l’unità immobiliare è censita al Catasto Fabbricati del Comune di Pietrasanta, al giusto conto, foglio 15 mappale 2261 sub. 132, zona censuaria 1, categoria C/6, classe 5, mq.12, R.C. € 53,30.
Regolarità urbanistica:
In merito all’elenco degli atti autorizzativi si rimanda a quanto indicato nella sezione “dati comuni” del presente avviso.
Situazione di possesso:
L’unità immobiliare è libera.
Oneri condominiali:
Si precisa che, alla data di pubblicazione del presente avviso, risulta approvato il bilancio preventivo 2016 del condominio in cui l’unità è posta. Si invita pertanto a contattare il curatore per acquisire ogni informazione in merito ai debiti condominiali che faranno carico agli aggiudicatari.
Imposte sulla vendita:
La vendita di questo lotto è soggetta ad imposta sul valore aggiunto ad aliquota di legge; oltre ad imposta di registro in misura fissa di Euro 200, ed imposte ipotecarie e catastali nella rispettiva misura del 3% e dell’1%.
I beni saranno posti in vendita al prezzo base di Euro 4.800 con offerte in aumento, per il caso di gara fra gli offerenti ai sensi dell’art. 573 c.p.c., non inferiori a Euro 500.
***
LOTTO DODICESIMO – nella perizia in data 28 febbraio 2017 indicato come B.2
Descrizione del bene:
la piena proprietà di un posto auto al piano seminterrato destinato a parcheggio di relazione per commerciale di vicinato .
Confini:
il posto auto confina con spazi di manovra comuni, posti auto censiti con i mappali 2261 sub.132 e 2261 sub.134, s.s.a.
Referenze catastali:
L’unità immobiliare è censita al Catasto Fabbricati del Comune di Pietrasanta, al giusto conto, foglio 15 mappale 2261 sub. 133, zona censuaria 1, categoria C/6, classe 5, mq.12, R.C. € 53,30.
Regolarità urbanistica:
In merito all’elenco degli atti autorizzativi si rimanda a quanto indicato nella sezione “dati comuni” del presente avviso.
Situazione di possesso:
L’unità immobiliare è libera.
Oneri condominiali:
Si precisa che, alla data di pubblicazione del presente avviso, risulta approvato il bilancio preventivo 2016 del condominio in cui l’unità è posta. Si invita pertanto a contattare il curatore per acquisire ogni informazione in merito ai debiti condominiali che faranno carico agli aggiudicatari.
Imposte sulla vendita:
La vendita di questo lotto è soggetta ad imposta sul valore aggiunto ad aliquota di legge; oltre ad imposta di registro in misura fissa di Euro 200, ed imposte ipotecarie e catastali nella rispettiva misura del 3% e dell’1%.
I beni saranno posti in vendita al prezzo base di Euro 4.800 con offerte in aumento, per il caso di gara fra gli offerenti ai sensi dell’art. 573 c.p.c., non inferiori a Euro 500.
***
LOTTO TREDICESIMO – nella perizia in data 28 febbraio 2017 indicato come B.3
Descrizione del bene:
la piena proprietà di due posti auto al piano seminterrato destinati a parcheggio di relazione per commerciale di vicinato.
Confini:
i posti auto confinano con spazi di manovra comuni, posti auto censiti con i mappali 2261 sub.132 , 2261 sub. 133 e 2261 sub.131, s.s.a.
Referenze catastali:
le unità immobiliari sono censite al Catasto Fabbricati del Comune di Pietrasanta, al giusto conto, foglio 15, con i mappali:
- 2261 sub. 134, zona censuaria 1, categoria C/6, classe 5, mq.12, R.C. € 53,30.
- 2261 sub. 135, zona censuaria 1, categoria C/6, classe 5, mq.12, R.C. € 53,30.
Regolarità urbanistica:
In merito all’elenco degli atti autorizzativi si rimanda a quanto indicato nella sezione “dati comuni” del presente avviso.
Situazione di possesso:
L’unità immobiliare è libera.
Oneri condominiali:
Si precisa che, alla data di pubblicazione del presente avviso, risulta approvato il bilancio preventivo 2016 del condominio in cui l’unità è posta. Si invita pertanto a contattare il curatore per acquisire ogni informazione in merito ai debiti condominiali che faranno carico agli aggiudicatari.
Imposte sulla vendita:
La vendita di questo lotto è soggetta ad imposta sul valore aggiunto ad aliquota di legge; oltre ad imposta di registro in misura fissa di Euro 200, ed imposte ipotecarie e catastali nella rispettiva misura del 3% e dell’1%.
I beni saranno posti in vendita al prezzo base di Euro 9.000 con offerte in aumento, per il caso di gara fra gli offerenti ai sensi dell’art. 573 c.p.c., non inferiori a Euro 500.
***
LOTTO QUATTORDICESIMO – nella perizia in data 28 febbraio 2017 indicato come C.1
Descrizione del bene:
la piena proprietà di un posto auto al piano seminterrato destinato a stanziale direzionale e un posto auto per disabili.
Confini:
il posto auto per disabili confina con spazi di manovra comuni, posti auto censiti con i mappali 2261 sub.59 e 2261 sub. 61, s.s.a.;
il posto auto a stanziale direzionale confina con spazi di manovra comuni, posti auto censiti con i mappali 2261 sub. 128, 2261 sub.70 e 2261 sub.130, s.s.a.
Referenze catastali:
le unità immobiliari sono censite al Catasto Fabbricati del Comune di Pietrasanta, al giusto conto, foglio 15, con i mappali:
- 2261 sub. 129 (posto auto a stanziale direzionale) zona censuaria 1, categoria C/6, classe 5, mq.14, R.C. € 62,18;
- 2261 sub.60 (posto auto per disabili) zona censuaria 1, categoria C/6, classe 5, mq.14, R.C. € 62,18.
Regolarità urbanistica:
In merito all’elenco degli atti autorizzativi si rimanda a quanto indicato nella sezione “dati comuni” del presente avviso.
Situazione di possesso:
L’unità immobiliare è libera.
Oneri condominiali:
Si precisa che, alla data di pubblicazione del presente avviso, risulta approvato il bilancio preventivo 2016 del condominio in cui l’unità è posta. Si invita pertanto a contattare il curatore per acquisire ogni informazione in merito ai debiti condominiali che faranno carico agli aggiudicatari.
Imposte sulla vendita:
La vendita di questo lotto è soggetta ad imposta sul valore aggiunto ad aliquota di legge; oltre ad imposta di registro in misura fissa di Euro 200, ed imposte ipotecarie e catastali nella rispettiva misura del 3% e dell’1%.
I beni saranno posti in vendita al prezzo base di Euro 5.400 con offerte in aumento, per il caso di gara fra gli offerenti ai sensi dell’art. 573 c.p.c., non inferiori a Euro 500.
***
LOTTO QUINDICESIMO – nella perizia in data 28 febbraio 2017 indicato come C.2
Descrizione del bene:
piena proprietà di un posto auto al piano seminterrato destinato a stanziale direzionale.
Confini:
il posto auto confina con spazi di manovra comuni, posti auto censiti con i mappali 2261 sub.128, 2261 sub.129 e 2261 sub.77, s.s.a.
Referenze catastali:
l’unità immobiliare è censita al Catasto Fabbricati del Comune di Pietrasanta, al giusto conto, foglio 15 mappale 2261 sub. 130, zona censuaria 1, categoria C/6, classe 5, mq.13, R.C. € 57,74.
Regolarità urbanistica:
In merito all’elenco degli atti autorizzativi si rimanda a quanto indicato nella sezione “dati comuni” del presente avviso.
Situazione di possesso:
L’unità immobiliare è libera.
Oneri condominiali:
Si precisa che, alla data di pubblicazione del presente avviso, risulta approvato il bilancio preventivo 2016 del condominio in cui l’unità è posta. Si invita pertanto a contattare il curatore per acquisire ogni informazione in merito ai debiti condominiali che faranno carico agli aggiudicatari.
Imposte sulla vendita:
La vendita di questo lotto è soggetta ad imposta sul valore aggiunto ad aliquota di legge; oltre ad imposta di registro in misura fissa di Euro 200, ed imposte ipotecarie e catastali nella rispettiva misura del 3% e dell’1%.
I beni saranno posti in vendita al prezzo base di Euro 4.800 con offerte in aumento, per il caso di gara fra gli offerenti ai sensi dell’art. 573 c.p.c., non inferiori a Euro 500.
***
DATI COMUNI AI SUINDICATI LOTTI (fino al quindicesimo)
Referenze catastali delle parti comuni dell’edificio:
le parti a comune dell’edificio (beni comuni non censibili, salvo diversamente indicato) sono censite al Catasto Fabbricati del Comune di Pietrasanta con i seguenti dati, Foglio 15, mappale 2261:
- sub.5 vano tecnico al piano seminterrato , comune ai sub. 1-3-11-13-16-17-20-21-22-23-26-27-28-29-30-31-32-33-34-35-36-37-38-40-41-42-43-44- dal 49 al 111 e dal 126 al 135 compresi – 117-123
- sub.7 vani scala e ascensori comuni ai sub.1-3-11-13-16-17-20-21-22-23-26-27-28-29-30-31-32-33-34-35-36-37-38-40-41-42-43-44- dal 49 al 111 e dal 126 al 135 compresi – 117-123 (gravato dal diritto di uso a favore delle unità individuate con il mappale 2260 sub. 1 e 4 di proprietà della soc. XXXX o suoi aventi causa)
- sub.15 galleria p.t. comune ai sub. 16-123-126-127
- sub.24 ballatoio p.1. comune ai sub. 20 e 21
- sub.25 ballatoio p.1. comune ai sub.22 e 23
- sub. 47 cavedio di areazione comune ai sub. 11-16-17-123-126-127
- sub.48 centrale e saletta impianti comune ai sub. 11-16-17-20-21-22-23-26-27-28-29-30-31-32-33-34-35-36-37-38-40-41-42-43-44-117-123-126-127
- sub.112 rampe di accesso e spazi di manovra p. seminterrato comuni ai sub.1-3- dal 49 al 111 e dal 128 al 135 compresi (gravate dal diritto di uso a favore delle unità individuate con il mappale 2260 sub.1-3-4 di proprietà della soc. XXXX o suoi aventi causa).
- sub.113 riserva idrica antincendio e locale antincendio al p. seminterrato comuni ai sub. 1-3-11-13-16-17-20-21-22-23-26-27-28-29-30-31-32-33-34-35-36-37-38-40-41-42-43-44- dal 49 al 111 e dal 126 al 135 compresi 117-123 (gravati dal diritto di uso a favore delle unità individuate con il mappale 2260 sub.1-3-4- di proprietà della soc. XXXX o suoi aventi causa.
- sub. 114 vano scala p. seminterrato/T comune ai sub. 1 – 3 dal 49 al 111 e dal 128 al 135 compresi
- sub. 115 vano tecnico piano seminterrato comune ai sub. 1-3-11-13-16-17-20-21-22-23-26-27-28-29-30-31-32-33-34-35-36-37-38-40-41-42-43-44- dal 49 al 111 a dal 126 al 135 compresi 117-123
- sub.116 cavedi di areazione e fioriere piano terra comuni ai sub. 1-3-11-13-16-17-20-21-22-23-26-27-28-29-30-31-32-33-34-35-36-37-38-40-41-42-43-44- dal 49 al 111 a dal 126 al 135 compresi – 117-123
- sub.118 giardino pensile piano secondo comune ai sub. 26-27-28-29-30-31-32-33-34-35-36-37-38-40-41-42-43-44-117 (gravato dal diritto di uso a favore dell’unità individuata al mappale 2260 sub.4 di proprietà della soc. XXXX o suoi aventi causa)
- sub.119 spazio comune camminamenti piano secondo comune ai sub. 26-27-28-29-30-31-32-33-34-35-36-37-38-40-41-42-43-44-117 (gravato dal diritto di uso a favore dell’unità individuata al mappale 2260 sub.4 di proprietà della soc. XXXX o suoi aventi causa)
- sub. 121 camminamenti, percorsi pedonali, spazi liberi, parcheggi e aree di manovra piano terra comuni ai sub. 1-3-11-13-16-17-20-21-22-23-26-27-28-29-30-31-32-33-34-35-36-37-38-40-41-42-43-44- dal 49 al 111 e dal 126 al 135 compresi – 117-123 (gravati dal diritto di uso a favore delle unità individuate al mappale 2260 sub.1-3-4 di proprietà della soc. XXXX o suoi aventi causa, per accedere alla corte esterna pertinenziale individuata con il mappale 2260 sub.5, ai beni comuni del mappale 2261 sopra indicati, nonché dalla servitù di elettrodotto in favore dell’Enel Distribuzione a seguito dell’atto del Notaio Marzio Villari rep.n.54096 indicato in appresso).Alcune porzioni dell’area esterna risultano gravate da uso esclusivo, nello specifico la porzione di area posta in fregio alla Via Aurelia risulta in uso all’unità immobiliare destinata a media struttura (mappale 2261 sub.16) per effettuare operazioni di carico e scarico con possibilità di sosta. Tale area risulta meglio individuata nella planimetria allegata al Regolamento di condominio. L’uso per come indicato rimarrà in essere sino a quando l’unità al subalterno 16 manterrà la destinazione di media struttura.
- sub.122 spazi coperti e scoperti, vasca ornamentale, piano erra comuni ai sub. 1-3-11-13-16-17-20-21-22-23-26-27-28-29-30-31-32-33-34-35-36-37-38-40-41-42-43-44- dal 49 al 111 a dal 126 al 135 compresi – 117 – 123 (gravati dal diritto di uso a favore delle unità individuate al mappale 2260 sub.3 – 4 di proprietà della soc. XXXX o suoi aventi causa).
Costituiscono ulteriori accessori dell’unità immobiliari in oggetto i seguenti beni:
- vani tecnici e locali contatori ubicati nel corpo di fabbrica distaccato sul lato levante della proprietà, identificati al Catasto Fabbricati del Comune di Pietrasanta, foglio 15, mappale 2304 sub.1, bene comune non censibile comune ai sub. 1-3-11-13-16-17- 20-21-22-23-26-27-28-29-30-31-32-33-34-35-36-37-38-40-41-42-43-44-dal 49 al 111-117-123-126-127 del mappale 2261 e gravate dal diritto di uso a favore delle unità individuate dal mappale 2260 sub.1-3-4- di proprietà della soc. XXXX ;
- l’uso (da parte delle unità del fabbricato individuate al mappale 2261 sub.1-3 e da 49 a 111) quale pertinenza strutturale e funzionale, dei cavedi di areazione identificati al Catasto Fabbricati del Comune di Pietrasanta al foglio 15 mappale 2260 sub. 2, bene comune non censibile comune ai sub. 1-3-4- del mappale 2260 come da atto del Notaio Marzio Villari del 14.07.2011 rep.n.53331 in appresso menzionato.
- il manufatto esterno individuato al foglio 15 mappale 2304 adibito a Cabina Enel (indicato con il mappale 2304), quale bene comune censibile, comune ai sub. 1-3-11-13-16-17-20-21-22-23-26-27-28-29-30-31-32-33-34-35-36-37-38-40-41-42-43-44, dal 49 al 111 dal 126 al 135, 117,123 del medesimo mappale 2261, e con il diritto d’uso a favore delle unità individuate al mappale 2260 sub. 1-3 e 4.
Oneri e servitù:
a) la resede scoperta circostante il fabbricato è gravata da servitù di passo pedonale e carrabile con qualunque mezzo da esercitarsi lungo tutto il confine lato Massa sulla viabilità di progetto al fine di accedere ai restanti beni di proprietà della soc. XXXX il tutto con minor aggravio per il fondo servente, le cui spese di manutenzione ordinaria e straordinaria saranno a carico della parte titolare del fondo servente in proporzione millesimale ai diritti acquistati sul complesso immobiliare in oggetto, così come previsto e meglio descritto nell’atto del Notaio Villari del 09.01.2009 rep.n.49940/10811 trascritto a Pisa il 14.01.2009 ai n. 389,390,603,604 part.;
b) è stata costituita a favore della società ENEL Distribuzione Spa la servitù di elettrodotto, relativa all’impianto di una cabina elettrica individuato catastalmente nel foglio 15 dal mappale 2304 (già mappale 2261 sub.121) a carico del terreno limitrofo al locale cabina censito nel foglio 15 con il mappale 2261 sub.121 ed a favore dell’Enel Distribuzione Spa servitù di elettrodotto relativa alle linee in cavo a media e bassa tensione di adduzione e di uscita dalla cabina, compresa la facoltà per la società Enel Distribuzione Spa di far accedere e transitare sul fondo asservito il proprio personale o chi per esso, con i mazzi d’opera e di trasporto necessari per la costruzione, l’esercizio, la sorveglianza, la manutenzione e la riparazione delle linee, con facoltà di meglio determinare il contenuto della servitù secondo quanto richiesto dalla suddetta società Enel Distribuzione Spa, servitù costituita con atto del Notaio Villari del 13.02.2012 rep.n.54096/13714 registrato a Pietrasanta il 22.02.2012 al n.266 serie 1T e trascritto a Pisa il 28.02.2012 al n. 2298 part.;
c) per la disciplina delle cose comuni è stato redatto il regolamento contrattuale di condominio che, con gli elaborati planimetrici e le tabelle millesimali, è stato allegato al verbale di deposito di regolamento di condominio del Notaio Villari del 14.07.2011 rep.n.53331/13182 registrato a Pietrasanta il 27.07.2011 al n. 1225 serie 1T e trascritto a Pisa il 29.07.2011 al n. 9082 part.;
d) con riferimento all’area su cui è stato edificato il complesso in data 25.02.2011 è stato stipulato l’atto unilaterale di obbligo autenticato in pari data dal Notaio Villari rep.n.52633 e 52634 raccolta n.12723 registrato a Pietrasanta il 26.01.2011 al n. 124 serie 1T e trascritto a Pisa il 27.01.2011 al n. 854 part. con il quale veniva stabilito l’obbligo per quanto segue:
- di costituire servitù di uso pubblico a favore del Comune di Pietrasanta riguardanti porzioni di aree destinate a viabilità di accesso e parcheggio, quale standard urbanistico dovuto in applicazione dei disposti di cui all’art.5 punto 2 del D.M. n.1444 del 02.04.1968 così come richiamato dall’art.27 del D.P.G.R. n.15/R/2009;
- di farsi carico di tutti gli oneri di gestione e manutenzione ordinaria e straordinaria di tali porzioni gravate dall’anzidetta servitù;
- a cedere bonariamente e gratuitamente, a semplice richiesta dell’Amministrazione comunale, porzione di area destinata secondo il PRGC vigente a “viabilità” di circa mq.328 individuato al NCT del Comune di Pietrasanta nel foglio 15 da porzione del mappale 2261.
Provenienza:
a) l’area su cui sorge l’immobile e distinta con i mappali 2039,2041 e 2176 oggetto del P.d.C. n.160/2007 è pervenuta alla società fallita con atto di compravendita del Notaio Marzio Villari del 13.01.09 rep.n.49954/10824 trascritto a Pisa il 14.01.2009 al n. part. 393;
b) prima, i suddetti terreni erano pervenuti con atto di permuta del Notaio Marzio Villari rep.n.49940/10811 del 09.01.2009 trascritto a Pisa il 14.01.2009 al n. part.389.
c) ancora prima i menzionati terreni, con altri immobili, sono pervenuti per atto di conferimento in società del Notaio Marzio Villari del 23.09.2008 rep.n.49454/10502 trascritto a Pisa il 01.10.2008 al n. 12951 part.
d) Ai sigg.ri XXXX i terreni, oltre ad altri immobili, erano pervenuti per successione di XXX, deceduto il XXX, denuncia presentata all’Agenzia delle Entrate di Pietrasanta il 01.07.2008 al n. 100 vol.31 trascritta a Pisa il 24.07.2008 al n. 10345 part.
e) A XXXX i terreni di cui quelli in oggetto sono porzione, erano pervenuti per atto di vendita del Notaio Umberto Guidugli del 27.06.1987 rep.n.33430/2846 trascritto a Pisa il 10.07.1987 al n. 5900 part.
Situazione urbanistica:
a) il complesso immobiliare è stato edificato con Permesso di Costruire n.160 rilasciato dal Comune di Pietrasanta in data 13.10.2007;
b) per la realizzazione di opere in difformità al P.d.C. n.160/2007 è stato richiesto Permesso di Costruire in sanatoria in data 23.11.2010 prot.n.47154 dai nuovi proprietari. Il Permesso di Costruire in sanatoria è stato rilasciato il 21.01.2011 al n. 3;
c) il 30.12.2010 è stato presentato una nuova richiesta Permesso di Costruire per completamento dei lavori e per l’inserimento di una media struttura di vendita all’interno del complesso immobiliare. In data 26.01.2011 è stato rilasciato il Permesso di Costruire n.4;
d) il 23.07.2011, con protocollo n.23915, è stata presentata, la fine lavori parziale, in quanto alcune unità immobiliari non erano ancora ultimate;
e) nella stessa data (23.07.2011) è stata presentata anche l’attestazione di abitabilità/agibilità al n. prot. 23917;
f) per l’autorimessa e le parti a comune è stata presentata l’attestazione di agibilità in data 04.02.2011 prot.n. 3607;
g) il 12.10.2011 prot.n. 32415 è stata presentata la fine lavori per altre unità immobiliari ultimate e contestualmente al n. prot.32418 è stata presentata la loro attestazione di agibilità;
h) il 02.12.2011, prot. 38979 è stata presentata Comunicazione di deposito progetto di Variante ai sensi dell’art. 142 della L.R.T. n.1/05 , con la quale si modifica la distribuzione interna di due unità immobiliari commerciali presenti al piano terra (sub.123 e sub.11) di cui una non ancora ultimata (sub.11);
i) comunicazione di fine lavori del 02.12.2011 prot.n. 38980 e Attestazione di Agibilità del 02.12.2011 prot.n. 38981;
l) è stato richiesto e rilasciato il Nulla-osta Prevenzione Incendi VV.F. pratica n.48488 trasmessa al SUAP il 18.07.2008 rilasciata per locali di esposizione e/o vendita di SUL>400 mq e fino a 1000 mq, autorimesse con numero di autoveicoli compreso fra 51 e 300, impianti di produzione calore con potenzialità superiore a 350 Kw e impianto di produzione calore con potenzialità superiore a 116 Kw;
m) per le strutture in c.a. il progetto è stato depositato presso il Genio Civile il 21.09.2007 e registrato al n. 5177 e successiva prima variante del 27.10.2009 prot.n.277263 e la seconda variante del 15.12.2009 prot.323709, progetto che è stato soggetto a controllo obbligatorio ai sensi dell’art.105 ter della L.R. n.1/2005 e della D.G.R. N.604 DEL 16.06.2003 e per la quale è stato emesso Certificato di collaudo statico depositato all’URTAT di Lucca il 05.10.2010 al protocollo n. 254555;
n) per le modifiche all’accesso carrabile è stato rilasciato il Nulla-osta ANAS pratica FI070092 – parere tecnico favorevole-condizionato del 23.10.2007 relativamente alla modifica di n.2 accessi uno di entrata e uno di uscita sulla SS.1 al Km 367+257 per edificio comprendente esercizi commerciali di media struttura di vendita, di vicinato e direzionali.
Conformità urbanistica e difformità rilevate:
Il CTU nominato, nel proprio elaborato ha precisato: «Premesso che lo scrivente ha eseguito con l’ausilio di un collaboratore un rilievo planimetrico dello stato attuale del fabbricato condominiale rilevando le principali misure dell’edificio. Inoltre ha dato incarico ad un topografo di verificare le quote altimetriche dell’edificio rispetto alla quota di riferimento indicata in progetto (asse via Aurelia). Il sottoscritto ritiene opportuno precisare che alcune misure di progetto sono di difficile riscontro in quanto i pilatri portanti dell’edificio sono rivestiti con strutture metalliche di valenza estetica che non permettono la precisa individuazione dell’elemento strutturale interno . Considerate le incertezze sopra indicate, dal confronto tra il rilievo eseguito e i citati atti autorizzativi è emersa una sostanziale conformità del fabbricato condominiale eccetto alcune piccole differenze dimensionali che rientrano nel 2% previsto dalla legge regionale 65/14.
Internamente, anche in considerazione del fatto che gran parte delle murature in laterizio sono rivestite con pareti in cartongesso necessarie sia per l’isolamento termoacustico sia per la copertura di tutta l’impiantistica , le varie unità immobiliari di cui trattasi presentano alcune difformità che verranno specificate in appresso per ciascun cespite .»
***
- II -
LOTTO SEDICESIMO – Aggiudicato.
***
Gli offerenti, per essere ammessi alla vendita senza incanto, dovranno presentare nella Cancelleria Fallimentare del Tribunale di Lucca, Piazzale San Donato, offerta di acquisto entro il termine del 26 febbraio 2018 ore 12,00. L’offerta, irrevocabile ai sensi dell’art. 571, IV, c.p.c., dovrà contenere l’indicazione del bene, del prezzo offerto, del tempo e del modo di pagamento e ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta, nonché le generalità complete dell’offerente (cognome, nome, luogo e data di nascita, domicilio, codice fiscale, recapito telefonico, copia di valido documento d’identità, l’indicazione del proprio stato civile e, in caso di regime di comunione dei beni, anche le generalità del coniuge; qualora gli offerenti fossero persone giuridiche, oltre all’indicazione delle generalità del legale rappresentante, corredata da copia del documento di identità di questi, dovranno indicarsi i dati della società rappresentata, nonché fornirsi prova della legittimazione ad agire in nome e per conto della società medesima, allegando all’offerta anche una certificazione camerale autentica aggiornata, ritirata presso la Camera di Commercio).
L’offerta, in busta chiusa, dovrà essere formulata in carta resa legale (con marca da bollo da € 16), contenente altresì un assegno circolare non trasferibile intestato a “Fallimento n. 79/15 curatore Dr. Mirko Pardini” per un importo non inferiore al 10% del prezzo offerto, a titolo di cauzione. L’offerente dovrà dichiarare la residenza o eleggere il domicilio nel comune nel quale ha sede il Tribunale, in mancanza le comunicazioni gli saranno fatte presso la cancelleria.
Le offerte non saranno efficaci se pervenute oltre il termine stabilito, se inferiori di oltre un quarto al prezzo stabilito dall’avviso di vendita o se l’offerente non presti cauzione con le modalità stabilite nell’ordinanza di vendita, in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto.
Il Professionista delegato effettuerà, ai sensi degli artt. 572 e 573 c.p.c., l’esame delle offerte e l’eventuale gara tra gli offerenti il giorno 27 febbraio 2018 alle ore 15,30, presso il proprio studio in Lucca, viale Carducci, 385.
In riferimento al disposto di cui all’art. 574 c.p.c., il Professionista delegato, se farà luogo alla vendita, disporrà il modo del versamento del prezzo da eseguirsi nel termine di giorni 90 (novanta) dall’aggiudicazione.
L’aggiudicatario dovrà versare il prezzo, entro il termine di 90 GIORNI DALL’AGGIUDICAZIONE, detratta la cauzione già versata, sul conto corrente intestato alla procedura. In caso di mancato versamento del prezzo, nei termini stabiliti, si procederà ai sensi dell’art. 587 c.p.c.
L’acquirente/aggiudicatario, in luogo del versamento del prezzo di aggiudicazione, potrà ricorrere ad un contratto di finanziamento o di mutuo che preveda il versamento diretto delle somme da erogare alla procedura, se lo avrà indicato nell’offerta di acquisto. Anche in questo caso il saldo dovrà avvenire entro i predetti termini.
All’atto dell’emissione del decreto di trasferimento, l’aggiudicatario:
a) dovrà depositare presso il domicilio dell’avvocato delegato due assegni circolari, uno pari alle imposte cui sarà assoggettato il decreto di trasferimento secondo la normativa vigente, l’altro dell’importo necessario per le spese di trascrizione e voltura catastale, nonché i diritti di cancelleria e i bolli per il decreto di trasferimento e la copia autentica per la trascrizione;
b) come previsto dal Decreto del Ministero della Giustizia n. 227 del 15 ottobre 2015, l’aggiudicatario dovrà inoltre contestualmente corrispondere la metà del compenso del professionista delegato, relativo alla fase di trasferimento della proprietà, maggiorato del 10% per spese generali, spese vive, IVA e oneri previdenziali. Si precisa che, ove in sede di definitiva liquidazione dei compensi del delegato, il Giudice riconoscesse al delegato una maggiorazione, l’aggiudicatario provvederà a versare a saldo la differenza.
L’espletamento delle formalità di cancellazione delle trascrizioni dei pignoramenti, della sentenza di fallimento e delle iscrizioni ipotecarie conseguenti al decreto di trasferimento pronunciato dal Giudice Delegato ai sensi dell’art. 586 c.p.c. avverranno invece a cura e spese della procedura.
Trattandosi di vendita eseguita all’interno di una procedura concorsuale, non si applicherà la garanzia per i vizi ai sensi dell’art. 2922 c.c. La vendita avverrà a corpo e non a misura, con tutte le eventuali pertinenze, accessori, ragioni ed azioni, servitù attive e passive, apparenti e non, con gli impianti, se presenti, nello stato in cui si trovano anche se non rispondenti ai dettami normativi emessi in materia.
L’aggiudicatario definitivo potrà, ricorrendone i presupposti, avvalersi delle disposizioni di cui agli articoli 40, comma sesto, della legge 47/85 e 46 comma quinto del D.P.R. 380/2001. L’eventuale esistenza di vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere (ivi compresi quelli urbanistici, così come quelli condominiali per l’anno corrente e per quello precedente la vendita), per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti o non presenti nella perizia di stima o nell’avviso di vendita, non potranno dare luogo a nessun risarcimento, indennità e/o riduzione del prezzo, essendosi tenuto conto di tale alea nella determinazione del valore dei beni. In ogni caso, l’eventuale regolarizzazione urbanistica del fabbricato oggetto di vendita, sia mediante sanatoria edilizia (ove possibile), sia mediante rimozione dell’abuso, sarà onere dell’aggiudicatario che dovrà provvedere a totale propria cura e spese.
La partecipazione alla vendita implica la conoscenza integrale e l’accettazione incondizionata di quanto contenuto nella relazione peritale e nei suoi allegati, anche in ordine alle servitù esistenti, all’atto unilaterale d’obbligo e al regolamento contrattuale di condominio trascritti e insistenti sui beni posti in vendita.
Alla vendita in oggetto si applicano in quanto compatibili con il presente avviso le norme del codice di procedura civile in tema di vendita senza incanto, fatte salve le disposizioni specifiche della Legge Fallimentare.
In ogni caso, l’accoglimento dell’offerta non produrrà alcun effetto e non farà sorgere alcun diritto fino alla firma del decreto di trasferimento dal parte del Giudice Delegato.
Si applicano gli artt. 107, VI e 108, I L. Fall. In tutti i casi in cui non si perfezioni la vendita per gli effetti degli artt. 107 o 108 L.F., all’acquirente/aggiudicatario spetterà solo il diritto alla restituzione di quanto versato, escluso espressamente ogni altro diritto o risarcimento di sorta.
Si precisa che quanto riportato nell’avviso in ordine alle imposte cui saranno assoggettate le vendite è solo indicativo e senza pretesa di esaustività. Per maggiori informazioni e chiarimenti si invita pertanto a contattare direttamente il curatore.
Per visionare l’immobile rivolgersi allo studio del curatore fallimentare, Dott. Mirko Pardini, Viale San Concordio n. 823, tel. 0583 418661.
Per ulteriori informazioni, oltre che per consentire la visione degli atti relativi alla vendita di specie (perizia, avviso, ordinanza di vendita, etc.), gli interessati potranno rivolgersi allo studio del delegato alla vendita, in Lucca, Viale Carducci 385 (tel. 0583 418068) previo appuntamento, nelle due settimane antecedenti la vendita; o sui siti internet www.ivglucca.com, su www.astalegale.net, nonché sul sito internet del Tribunale di Lucca.
Lucca, addì 28 dicembre 2017. l’Avvocato Delegato Avv. Filippo A. RICCI

Modalità di partecipazione

SI COMUNICA A TUTTI GLI INTERESSATI A VISIONARE GLI IMMOBILI IN CUSTODIA CHE LA RICHIESTA DEVE ESSERE EFFETTUATA CLICCANDO SUL TASTO “PRENOTA LA VISITA” ENTRO E NON OLTRE LE ORE 12.00 DEL LUNEDI’ DELLA SETTIMANA ANTECEDENTE ALL’ASTA.

Ubicazione del bene

  • VIA AURELIA SUD, KM. 367+257 - LOCALITÀ "OSTERIETTA"
    55045- PIETRASANTA (LU)

Informazioni sulla procedura

  • Tribunale: Lucca
  • Fallimento N° 79/2015
  • Giudice: DR. GIACOMO LUCENTE
  • C.T.U.: P.E.BRUNO KOSTNER

PRODOTTI ALTERNATIVI dall'istituto IVG Lucca - SO.FI.R.srl

  • Il sito ufficiale dell'Associazione Nazionale I.V.G.
  • Il sito ufficiale dell'Associazione per le vendite mobiliari
  • istituti Il circuito dei siti degli Istituti Vendite dell'Associazione Nazionale I.V.G