CHIUDI Chiudi RICERCA AVANZATA beni immobili
Categoria
  • Cerca nella categoria
  • Proposto dall'istituto
  • Tipo di vendita
  • Beni proposti
    negli ultimi

    giorni
  • Ricerca
    libera
  • CERCA
FABBRICATO » CESSIONE DI RAMO DI AZIENDA CORRENTE IN SAN MARTINO…
In aggiornamento

CESSIONE DI RAMO DI AZIENDA CORRENTE IN SAN MARTINO IN RIO (RE) DELLA SOCIETA "OPEN.CO SOCIETA' COOPERATIVA"

In aggiornamento

L'immobile si trova in attesa di disposizioni da parte della Autorità Giudiziaria.
DIRETTAMENTE DAL TRIBUNALE, NESSUNA SPESA DI CONSULENZA A CARICO DELL'INTERESSATO ALL'ACQUISTO!!!!
Scheda aggiornata il 10.11.2017 alle ore 11:05
LIQUIDAZIONE COATTA AMMINISTRATIVA DELLA SOCIETA?
?OPEN.CO SOCIETÀ COOPERATIVA?
con sede in San Martino in Rio (Reggio Emilia), Via Magnanini, n. 40, numero di iscrizione presso il Registro delle Imprese di Reggio Emilia e codice fiscale 02637780350, aperta in forza di D.M. 23/09/2015, n. 476/2015, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n° 231 del 05/10/2015

Commissario Liquidatore Domenico Livio Trombone

***

AVVISO DI GARA PER LA CESSIONE DI RAMO DI AZIENDA
CORRENTE IN SAN MARTINO IN RIO (MO)

1. Cessione di Ramo di Azienda

1.1 Il Commissario Liquidatore della procedura di LCA in epigrafe (di seguito, la ?Procedura?) procede all?apertura di una procedura competitiva (nel prosieguo, anche la ?Gara?) volta all?acquisizione di offerte irrevocabili (nel prosieguo ?Offerte?) finalizzate alla stipulazione di un contratto di diritto italiano di cessione di ramo di azienda (nel prosieguo la ?Cessione?), avente ad oggetto il Ramo di Azienda, organizzato per l?esercizio dell?attività di produzione e verniciatura di porte interne presso una porzione (?Fabbricato D?, di cui la Procedura ha il godimento fino al 31 dicembre 2019) dello stabilimento di San Martino in Rio, Via Magnanini n. 40, di proprietà di Namira SGR p.A., con sede in Milano, Via Durini n. 15 (di seguito, ?NAMIRA?), costituito dal godimento del Fabbricato D fino al 31 dicembre 2019, impianti, attrezzature e beni strumentali ivi esistenti, marchi, brevetti ed altri segni distintivi (esclusa la denominazione ?OPEN.CO? e l?utilizzo della stessa nei beni immateriali e segni distintivi), obblighi derivanti da rapporti di lavoro subordinato, permessi e licenze, progetti e disegni tecnici, software, con esclusione di debiti e crediti, del magazzino e delle partecipazioni sociali detenute dalla Società (di seguito, complessivamente, il ?Ramo di Azienda?).
1.2 Per l?acquisto del Ramo di Azienda, la Procedura ha ricevuto proposta irrevocabile di acquisto (la ?Proposta?) da parte di SABA S.R.L., con sede in Via Marconi 9 a Fidenza (PR), Codice Fiscale e Partita Iva 01859880344, alle seguenti Condizioni:
1) OGGETTO:
1.1) godimento del Fabbricato D (individuato nell?Allegato A della Proposta) fino al 31 dicembre 2019, rimanendo ad esclusivo carico e spese dell?Acquirente procurarsi dalla proprietaria NAMIRA idoneo titolo di godimento a decorrere dal 1/1/2020;
1.2) impianti, attrezzature e beni strumentali descritti nell?Allegato B della Proposta (?Beni Mobili?);
1.3) brevetti, marchi, insegne, loghi, nomi commerciali dei beni realizzati, inclusa la ditta, certificazioni di conformità degli impianti e dei locali in uso, licenze d?uso, progetti e disegni tecnici dei beni prodotti e venduti sia in formato cartaceo che su supporto informatico, software sia in proprietà che in licenza d?uso, generalità dei clienti e fornitori, copia dei contratti commerciali (?Beni Immateriali?);
2) PREZZO: Euro 425.000,00 (quattrocentoventicinquemila/00), da pagarsi mediante accollo liberatorio dei Debiti Dipendenti (quali infra definiti), e, per il residuo, in denaro in sede di cessione;
3) CREDITI E DEBITI: esclusi dalla cessione, ad eccezione dei Debiti Dipendenti (quali infra definiti sub 4);
4) DIPENDENTI: unitamente al Ramo di Azienda, previo accordo sindacale, saranno assunti da SABA n. 24 lavoratori subordinati già in forza ad OPEN.CO, i cui debiti (a titolo di TFR, ratei non goduti ovvero non liquidati di ferie, r.o.l., permessi, ex festività e mensilità aggiuntive, collettivamente i ?Debiti Dipendenti?) saranno oggetto di accollo liberatorio in capo all?acquirente, a compensazione con il debito da prezzo di cui sub 2).
5) CONTRATTI: esclusi dalla cessione, ad eccezione del titolo di godimento del Fabbricato ?D?, dei contratti di lavoro subordinato di cui al precedente punto 4) e dei contratti relativi alle utenze di energia elettrica, acqua e gas;
6) RIMANENZE DI MAGAZZINO: escluse dalla cessione, con obbligo di sgombero entro un mese dalla cessione a cura e spese della Società;
1.3 L?Offerta dovrà consistere nell?assunzione irrevocabile dell?impegno ad acquistare il Ramo di Azienda ai termini e alle condizioni tutte descritte nel presente bando, per un prezzo non inferiore al ?Prezzo Base? di Euro 425.000,00 (quattrocentoventicinquemila/00), e a condizioni uguali o migliorative per i Dipendenti rispetto a quanto sopra (punto 1.2) sub 4), a pena di inammissibilità dell?Offerta.
1.4 L?esatta individuazione del perimetro del Ramo di Azienda, così come ogni altra informazione o documentazione relativa allo stesso, comprese le relative perizie, nonché eventuali visite del compendio aziendale, potranno essere richiesti al Commissario Liquidatore mediante PEC (avente per oggetto: ?OPEN.CO: RICHIESTA DOCUMENTI/ACCESSO AZIENDA?) all?indirizzo PEC della Procedura lca476.2015reggioemilia@pecliquidazioni.it.
Le informazioni e i dati acquisiti in virtù della Procedura saranno trattati in conformità alla vigente normativa sulla privacy, firmando apposita ?lettera di riservatezza?.

2. Formulazione e Contenuto delle Offerte.
2.1 Ogni interessato (l? ?Offerente?) dovrà formulare proposta irrevocabile ed incondizionata di acquisto (l? ?Offerta?), entro il termine perentorio del 10 dicembre 2017 (il ?Termine di Scadenza?), mediante invio di PEC (avente per oggetto: ?OPEN.CO: OFFERTA IRREVOCABILE DI ACQUISTO RAMO DI AZIENDA?) all?indirizzo PEC della procedura lca476.2015reggioemilia@pecliquidazioni.it, ovvero deposito ? o ricezione tramite raccomandata con avviso di ricevimento ? presso lo Studio Trombone (con sede in Modena – 41121, Via San Giacomo 25), sempre entro il Termine di Scadenza, di busta chiusa contenente l?Offerta. In ogni caso, pena l?inammissibilità dell?Offerta, dovrà essere depositata ? o ricevuta tramite raccomandata a.r. – presso lo Studio Trombone entro il Termine di Scadenza busta chiusa contenente assegno circolare dell?importo di Euro 50.000,00 (cinquantamila/00), intestato a ?OPEN.CO SOCIETÀ COOPERATIVA?, a titolo di Cauzione, nonché i seguenti ulteriori documenti:
i) copia di un documento di riconoscimento in corso di validità e del codice fiscale del soggetto firmatario, sia che sottoscriva l?Offerta in proprio sia che la sottoscriva in legale rappresentanza della società Offerente;
ii) la visura camerale aggiornata e/o il certificato di iscrizione dell?Offerente al Registro delle imprese;
iii) l?originale o la copia autentica dell?atto di conferimento dei poteri rappresentativi al legale rappresentante/procuratore del soggetto Offerente sia per la presentazione dell?Offerta che per la partecipazione alla Gara e agli eventuali rilanci (procura notarile o delibere societarie necessarie);
iv) copia degli ultimi due bilanci approvati, nonché degli eventuali ultimi due bilanci consolidati;
v) copia del presente Regolamento debitamente siglato in ogni pagina in segno di accettazione integrale ed incondizionata dei suoi contenuti.
2.2 L?Offerta dovrà essere efficace ed irrevocabile sino al 31 gennaio 2018 e dovrà altresì specificare:
i) le complete generalità dell?Offerente, compreso l?indirizzo di posta elettronica certificata (PEC);
ii) l?indicazione del prezzo offerto per l?Azienda, che non potrà essere inferiore al Prezzo Base;
iii) l?obbligo irrevocabile ed incondizionato dell?Offerente alla stipulazione del contratto di Cessione di Ramo di Azienda, in caso di Aggiudicazione, e al contestuale pagamento del prezzo offerto, dedotta la Cauzione versata;
iv) la dichiarazione di aver attentamente verificato il Ramo di Azienda oggetto dell?Offerta in ogni sua componente e di ben conoscerne lo stato di fatto e di diritto, accettandolo integralmente.
2.3 La cauzione (infruttifera) sarà imputata a pagamento del prezzo in caso di stipula della Cessione, restituita in caso di mancata aggiudicazione, ovvero trattenuta a titolo di penale ex art. 1382 c.c. in caso di inadempimento dell?Offerente agli obblighi assunti, fatto salvo il maggior danno.
2.4 Devono presentare un?Offerta, per poter partecipare alla Gara, anche i soggetti che abbiano già inviato una proposta di acquisto, quindi, ad oggi, la stessa SABA S.R.L..

3. Esame delle offerte, apertura della Gara e Aggiudicazione.
3.1 Non verranno prese in considerazione, a nessun fine, le Offerte prive dei documenti di cui al punto 2 e/o comunque difformi dalle prescrizioni del presente Regolamento
3.2 Nel caso in cui pervenissero più Offerte valide, decorso il Termine di Scadenza si procederà a Gara tra gli Offerenti avanti a Notaio, partendo dall?Offerta più alta ed assegnando due minuti di tempo per dichiarare offerte al rialzo, con aumenti minimi non inferiori ad Euro 20.000,00 (ventimila/00). Ad esito della procedura di rilancio, si procederà all?Aggiudicazione al miglior offerente.
3.3 La Gara viene sin d?ora fissata per il giorno 21 dicembre 2017, alle ore 9,30, presso lo Studio Trombone, alla presenza del notaio designato dal Commissario.
3.4 L?Offerente, ove impossibilitato a partecipare alla gara nel giorno, ora e luogo indicati nel suddetto invito, dovrà rilasciare procura notarile ad altro soggetto al fine di partecipare alla gara in sua rappresentanza. L?assenza alla gara di un Offerente comporterà la sua rinuncia a partecipare, ferma la validità ed efficacia della sua Offerta, salvo il diritto alla restituzione della Cauzione in caso di mancata aggiudicazione.
3.5 L?Aggiudicazione non comporterà la perdita di efficacia delle altre Offerte presentate, potendo il Commissario ? in caso di mancata stipula della Cessione con l?Aggiudicatario (miglior offerente) – aggiudicare l?Azienda al proponente della seconda migliore Offerta (e così a seguire, se del caso), il quale pertanto resterà obbligato nei confronti della Procedura fino alla comunicazione con la quale il Commissario lo informerà dell?esito definitivo della Cessione di Azienda.
3.6 Nel caso in cui risulti presentata un?unica Offerta valida, uguale o superiore al Prezzo Base, si potrà procedere all?Aggiudicazione all?unico Offerente.
3.7 Nel caso in cui non dovessero pervenire valide offerte migliorative rispetto alle Condizioni offerte da SABA S.R.L. con la Proposta, il Ministero dello Sviluppo Economico ha già autorizzato il Commissario Liquidatore a procedere alla stipula del contratto di cessione del Ramo di Azienda con la società SABA SRL (o soggetto dallo stesso nominato ex art.1401 c.c.), alle Condizioni contenute nella Proposta SABA di cui sub 1.2.
4. Condizioni di vendita ? Natura giudiziaria – Esoneri di OPEN.CO da responsabilità
4.1 La Cessione del Ramo di Azienda avviene così come ?visto e piaciuto?, nello stato di fatto e di diritto in cui si troverà alla data della Cessione, a corpo e non a misura, senza alcuna garanzia da parte della Procedura per evizione, difetti, vizi o mancanza di qualità, stato di conservazione, manutenzione e di funzionamento dei beni aziendali, conformità dei beni e dei luoghi alle norme di legge vigenti, alla regolarità o alla permanenza di autorizzazioni e/o licenze e/o concessioni e/o sub concessioni, all?osservanza della normativa applicabile, ovvero per l?eventuale esistenza di pesi, servitù, gravami, e diritti che possano essere fatti valere da terzi sui beni aziendali; con la conseguenza che l?esistenza di eventuali vizi o mancanza di qualità o difformità dei beni compresi nel Ramo di Azienda nonché oneri di qualsiasi genere, anche derivanti dall?eventuale necessità di adeguamento degli impianti alle leggi vigenti, anche se occulti o comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcuna impugnazione, risoluzione, risarcimento, indennità o indennizzo o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni.
4.2 Eventuali oneri di adeguamenti dei beni aziendali a tutte le normative vigenti ed in particolare a quelle in ambito di prevenzione, sicurezza così come quelli riguardanti la tutela ecologica e ambientale e, in generale, alle disposizioni normative o regolamentari vigenti saranno ad esclusivo carico dell?Acquirente, che ne sopporterà qualsiasi spesa e onere, con esonero della Procedura da qualsiasi responsabilità al riguardo, e non potranno dar luogo a riduzione alcuna del prezzo, o alle altre tutele di cui all?art.4.1.
L?acquisto dell?Azienda comporterà l?obbligo di provvedere, ove necessario, ad ogni adeguamento di legge anche in ragione delle disposizioni di cui al D. Lgs. 81/2008 (e successive modificazioni) e/o a non mettere i beni in uso sino alla loro avvenuta regolarizzazione.
Si precisa che per eventuali macchinari ed attrezzature non conformi alle normative sulla sicurezza, non possedendo il marchio CE, è obbligo da parte dell?Aggiudicatario di procedere, a propria esclusiva cura, onere e rischio, alla loro messa a norma ovvero, nel caso in cui ciò non risulti possibile, al loro smaltimento nelle forme di legge.

5. Stipula del contratto di Cessione di Azienda e Pagamento del Prezzo.
5.1 In ipotesi di Aggiudicazione del Ramo di Azienda, l?Aggiudicatario (l??Acquirente?) sin d’ora si obbliga alla stipulazione del contratto di Cessione del Ramo di Azienda, in conformità con quanto disposto dall’art.2556 c.c., entro 40 (quaranta) giorni dall?Aggiudicazione (di seguito, il ?Termine di Stipula?), davanti al Notaio designato dal Commissario, alla data dal medesimo comunicata all?Acquirente via PEC con almeno 10 (dieci) giorni di preavviso. Il Termine di Stipula è posto nell?esclusivo interesse e a favore della Procedura e potrà essere ridotto e/o prorogato esclusivamente dal Commissario, a suo insindacabile giudizio, mediante comunicazione via PEC all?Acquirente, fermo il termine di preavviso.
5.2 Il contratto di Cessione sarà stipulato in forma di atto pubblico o di scrittura privata autenticata entro il Termine di Stipula (originario, ovvero come ridotto e/o prorogato), secondo il testo disposto dalla Procedura e a ministero di Notaio del distretto di Modena scelto dal Commissario. Il contratto di Cessione dell?Azienda avrà contenuto conforme all?Offerta dell?Aggiudicatario e clausole coerenti con le previsioni del presente Regolamento, e riporterà le dichiarazioni di cui all?art.4. Non saranno accettate proposte di variazione dei termini e delle condizioni qui previsti, se non per aspetti marginali, da discutersi in buona fede tra le parti.
5.3 I contratti di lavoro faranno capo all?Acquirente con decorrenza dalla data di stipula della Cessione di Ramo di Azienda. Entro il Termine di Stipula dovranno essere concluse le procedure di consultazione sindacale previste dall?art. 47 della Legge n. 428 del 1990. L?eventuale mancato raggiungimento di eventuali accordi sindacali non potrà costituire motivo per liberare, in tutto o in parte, l?Aggiudicatario dagli obblighi derivanti dall?Aggiudicazione, in particolare per quanto riguarda la stipulazione della Cessione di Ramo di Azienda.
5.4 Il prezzo, pari al prezzo di Aggiudicazione dedotta la Cauzione versata, dovrà essere integralmente pagato dall?acquirente alla Procedura contestualmente alla Stipula del contratto di Cessione, mediante consegna al Commissario di assegni circolari emessi da primaria Banca italiana ed intestati ad OPEN.CO.
5.6 L?Offerta può prevedere che parte del prezzo offerto sia pagato, purchè non ne risulti alterata la graduazione dei crediti, anche mediante accolli liberatori dei debiti a titolo di TFR e retribuzioni differite (ferie non godute, permessi, r.o.l., festività soppresse e rateo di tredicesima mensilità, ecc.) nei confronti dei Dipendenti già in forza ad Open.Co, a condizione che entro la data di Cessione i lavoratori liberino OPEN.CO da qualsiasi vincolo di responsabilità solidale mediante sottoscrizione di accordi formalizzati ai sensi dell?articolo 411 c.p.c.
L?idoneità della liberatoria rilasciata dal creditore, come non impugnabile né contestabile, è rimessa all?insindacabile valutazione del Commissario.
5.7 Ogni spesa, imposta, tassa od onere inerente o conseguente alla Cessione sarà a carico dell?Acquirente (quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo: onorari notarili, tasse ed imposte, accessori, spese per bolli, spese di cancellazione di formalità pregiudizievoli ed oneri di qualsiasi genere connessi) e andrà saldato integralmente in via contestuale all?atto di Cessione.
5.8 In caso di inadempimento dell?Aggiudicatario alle obbligazioni tutte conseguenti all?Aggiudicazione, tra i quali in via esemplificativa il rifiuto di stipulare il contratto di Cessione di Ramo di Azienda (o comunque la mancata stipula) entro il termine comunicato dal Commissario, o il mancato integrale e tempestivo versamento del saldo prezzo in sede di Cessione, l?Aggiudicatario dovrà ritenersi decaduto dall?Aggiudicazione e la Cauzione sarà definitivamente incamerata dalla Procedura a titolo di penale, fatto salvo il maggior danno.

6. Facoltà della Procedura
6.1 La Procedura avrà in ogni tempo, prima che sia stipulato il contratto di Cessione, la facoltà – esercitabile senza responsabilità di sorta, neppure di natura precontrattuale, e senza che gli Offerenti possano avanzare alcuna pretesa a qualsivoglia titolo – di:
i) sospendere ovvero revocare la Procedura Competitiva;
ii) chiudere la Procedura senza procedere alla scelta dell?Aggiudicatario;
iii) non procedere alla stipula del contratto di Cessione a favore dell?Aggiudicatario;
iv) modificare o integrare una o più delle disposizioni contenute nel presente Regolamento.
6.2 La pubblicazione del presente avviso di gara e la ricezione delle Offerte non comportano pertanto per la Procedura di LCA e/o per il Commissario Liquidatore alcun obbligo o impegno di dar corso all?avvio della Gara tra i soggetti che abbiano formulato Offerte ovvero di procedere alla stipula del contratto di Cessione, né, per gli Offerenti, alcun diritto a qualsivoglia prestazione, risarcimento o indennizzo da parte della procedura di LCA e/o del Commissario Liquidatore stesso.

Il Commissario Liquidatore
Domenico Livio Trombone

Ubicazione del bene

  • Via Magnanini n.40
    42018- SAN MARTINO IN RIO (RE)

Informazioni sulla procedura

  • Tribunale: Modena
  • Fallimento N° LCA 476/2015
  • Curatore: Dott. Domenico Livio Trombone
  • Da mostrare per validazione xhtml

PRODOTTI ALTERNATIVI dall'istituto I.V.G. Modena

  • Logo astagiudiziaria Il sito ufficiale dell'Associazione Nazionale I.V.G.
  • Logo Benimobili Il sito ufficiale dell'Associazione per le vendite mobiliari
  • istituti Il circuito dei siti degli Istituti Vendite dell'Associazione Nazionale I.V.G